Voglia di tango

Corsi di Tango Argentino a Udine

Questo articolo è dedicato a tutti i soggetti che si sono ammalati , dopo essere stati contagiati da un insegnante di tango,  e che ora non possono fare a meno di indossare, le l scarpe su una pista da ballo. IL DECORSO DI QUESTA PATOLOGIA è LUNGO.


EDITO DA UN SOGGETTO GUARITO.

Evoluzione del tanguero/a durante il percorso di apprendimento del tango argentino. PER UOMO E PER DONNA

LEI


SEI SU QUESTA TERRA GIA' DA QUALCHE TEMPO

(MA NON PREOCCUPARTI NON SI VEDE!!)

E GIA' DA PICCOLA AVRESTI VOLUTO INDOSSARE DELLE BIANCHE SCARPETTE E DANZARE IN PUNTA.


Poi la storia con LUI. Che di ballare non ne poteva sentire neanche l'odore. 


MA ADESSO...ADESSO ASPETTA UN SACCO, FA PASSARE UN ANNO O DUE . POI FINALMENTE, DOPO TANTO INDUGIARE SI DECIDE E CHIAMA QUEL NUMERO.


Ti risponde la voce saccente di qualche maestro che ti sbatte la fatidica domanda:  MA SEI SOLA O IN COPPIA???


Dopo qualche bestemmia interiore si trova la soluzione: l'amico che ti moriva dietro da quando eri fidanzata torna finalmente utile....

iniziava così il primo corso di tango argentino...


LA PRIMA MILONGA...


TIMIDEZZA PAURA SCONFORTO.


Rimane però qualcosa, un legaccio che ti tiene ancorata all'ambiente, alle sensazioni. L'idea di diventare brava come QUELLA o di ballare con QUELLO sono inebrianti. Masochismo latente o forse ci piace giocare con fantasia ed ormoni.


LE LEZIONI PASSANO E PASSA ANCHE IL PRIMO ANNO.


Non c'è più un orpello fuori posto, i tacchi (sacro ornamento da cui dipende la propria esistenza, sono adorati come KAHLI' da uomini e donne) non possono scendere sotto i 9 cm.


Il vestito scollato è rigorosamente firmato da nota casa tanguera, I capelli fatti per l'occasione. Smalto su piedi e mani in tinta. Anche la borsa (anche se non la vestirà mai durante la serata).

Collant o autoreggenti a rete fina, nere o color carne. le mutande "basta che non segnino". e se non ci sono, MEGLIO.

Possiamo ancora concedere una tanda allo sfigato con cui ha inziato a ballare: MA CHE SIA UNA!


Urge l'acquisto di un paio di scarpe nuove.


Il cerchio di amiche oramai non è fatto di sole colleghe di lavoro e vecchie conoscenze, ma soprattutto di tangueras.


IL TERZO ANNO DI BALLO: LA METASTASI TANGUERA.


scarpe nuove


Le amiche (sono tali se LA accompagnano in milonga) sono esclusiva di ogni sera.


I figli mangiano quello che trovano in frigo oramai sono grandi. Anche Dante diceva che dopo gli 8 si fanno le proprie scelte.

Quello più piccolo è un po' Emo, L'altro un po cannabis.


Al lavoro passi il tempo su facebook gironzolando tra pagine di scuole e milongas, E l' hanno già cazziata per questo! Ma il capo è uno stronzo e lo si sapeva già.


Qualche whatsapp con le amiche per organizzare  la serata di quest'oggi: 50, 100 o magari 200 km per l'evento, Non è importante. l'unica cosa che è certa è che bisogna andare fuori porta per evitare LA SOLITA GENTE CHE NON SA BALLARE.



Se per mancanza di alternative capita in un evento locale, distoglii continuamente lo sguardo da indecorose mirade di indecorosi ballerini che oserebbero inviatarti. ME! ME CHE HO APPENA BALLATO OR ORA CON 2 MAESTRI!!


POI ARRIVA IL PRINCIPIANTE.


ECCO CHE SALE UN SENTIMENTO DI SALVINIANO ODIO VERSO L'IMMIGRATO. CON STIZZA LO RIMANDO DA DOVE E' VENUTO.


"MA TI IMMAGINI CHE MI VEDONO BALLARE CON QUELLO LI'??"


La Redenzione.


Sono passati 7 o 8 anni e la scarpiera strasborda. Non ha incontrato Joaquin Cortes (che se lo incontravi probabilmente non ti si  filava).


Hai flirtato con tutti i maestri Europei.


I figli: uno alle superiori, uno un po cannabis.


CONTINUA a ballare tango consapevole dei propri limiti. Non per religione nè per lavoro.






LUI


MINACCIATO, RICATTATO E SOTTOPOSTO A TORTURA. HAI INIZIATO IL TUO PRIMO CORSO DI BALLO.


E COME SE NON BASTASSE.

gia non volevi andarci ed ora Ti critica continuamente perchè sbagli qualcosa. Qualsiasi cosa. 


DOPO 25 ANNI DI MATRIMONIO, il tuo maestro di tango ha sempre ragione. TU MAI.


Stoico resisti ai primi mesi sperando che finiscano presto le 10 lezioni che hai dovuto pagare. ma poi succede...


CAMBIO COPPIA


IMPROVVISAMENTE ti trovi tra le mani una graziosa e timida fancuilla che non ti dà dell'incapace, non ti insulta e ti riconosce la dignità di uomo. 


Hai trovato un motivo che ti farà proseguire l'intero percorso: LA GNOCCA. Ma se qualcuno ti chiedesse come hai iniziato, con aria intellettuale, risponderai: Da quando ero piccolo....


la PRIMA MILONGA

sarebbe impensabile invitare qualcuno esterno alla scuola. già l'idea di ballare con la tua compagna in una sorta di zuffa rapida e  INDOLENTE ti terrorizza.

Cerchi angoli bui dove provare l'"ocho" che avete provato a scuola.


LE LEZIONI PASSANO E PASSA ANCHE IL PRIMO ANNO


Sei ormai accettato in milonga anche se qualche "NO Grazie" arriva secco per ricordarti le tue umili "origini".


Oramai balli da ben 1 anno e puoi permetterti di sfoggiare la tua abilità con le neofite, soprattutto se giovani e carine. 


Cominci a capire che sei tu ad invitarle: .

MA VUOI VEDERE CHE CONTO QUALCOSA QUI DENTRO???


TERZO ANNO DI BALLO: la dissociazione dalla vita reale.


Al lavoro, nella quotidianità, il vuoto totale. La mamma sola ti chiama tutti i giorni preoccupata del tuo stato mentale. Sì, hai 48 anni.


Il capo ti ha cazziato anche oggi per le occhiaie guadagnate ieri sera, in milonga fino a tardi.


Fidanzata. come? Fi -dan -za -ta?? No, direi di no,

non ne hai bisogno, perchè sublimi la tua felicità ogni sera ballando il tango. Guardi l'orologio dalle 9:30 del mattino aspettando la sera.


Quel momento in cui Clark Kent diventa  Superman. Hai imparato anche a lavarti i denti prima di andare in milonga. 


Non ho più dèi. solo Sebastian Arce.



Non hai mai fatto un minimo di attività fisica prima d'ora (anzi si! giocavi a calcio con la parrocchia). All'età di 45 anni hai iniziato la tua approfondita conoscenza del tango argentino attraverso UNA LEZIONE A SETTIMANA DA UN'ORA E MEZZO,  per ben tre anni. Ora hai la CONOSCENZA.


Ora la bestia è libera. Ti devi far crescere i capelli per fare la coda anche se hai la piazzola a centrotavola. W il riporto. Serve una plastica da Indio-ignorante e via col parlare in  S P A N I O L O.

Per dirla alla Gaber: due miserie in un sol corpo.


ORA INSEGNI A TUTTE LE PRINCIPIANTI, SOPRATTUTTO QUANDO LA GONNA NON COPRE MOLTO. ORA SAI QUALE INSEGNANTE E' BRAVO E QUALE NON E' ALL'ALTEZZA. PERCHE' SAI...".IO HO STUDIATO CON PABLO VERON"........



.